Abiti

Cognomi da indossare: Abiti

Maglione e Pantaloni, Abito e Giacca: l'Italia è un paese di grandi sarti e stilisti famosi, perciò anche i suoi cognomi sono di prima qualità.

Se è vero che l’abito non fa il monaco, sicuramente è alla base di quella che chiamiamo moda. Ma quanti sono gli italiani che portano un cognome legato in qualche modo al mondo dell’abbigliamento?

È doveroso iniziare da quei nomi di famiglia che sono collegati ai capi che ci tengono caldi durante i mesi invernali, ma che possono essere protagonisti anche delle occasioni più eleganti. Con 636 presenze Cappa è il più diffuso (a cui dobbiamo aggiungere i 76 Mantella che della cappa sono la versione moderna), seguono Giaccone (294), Montone (247), Mantello (138), Giacca (63), Cappotto (22), il militare Giubba (9), Montgomery (8), Bolero e Bomber entrambi fermi a una sola presenza.

Cosa si indossa sotto una giacca? Il cognome più alla moda - almeno stando ai numeri - è Maglione con 715 occorrenze, poi troviamo il lombardo Maglia con 236, 101 Camicia, 49 Maglietta, 13 Casacca e persino 3 Top. E per gli uomini particolarmente eleganti non possono mancare Gilé (12) - anche con la grafia Gilet (9) - e Panciotto (7).

Se in Italia non ci sono signore gonna o gonne, troviamo comunque 366 Calzoni, 264 Pantalone, 164 Calzone e 77 Pantaloni, in parte sovrapposti nella loro distribuzione, ma con nuclei principali legati a zone più ristrette. Così se Calzoni è prevalentemente lombardo, umbro ed emiliano, il singolare Calzone è tipico di Campania e Calabria. Allo stesso modo, Pantalone è abruzzese mentre Pantaloni lo ritroviamo nelle limitrofe Marche.

Ma veniamo alle signore che vogliono essere davvero alla moda: 33 sono i Vestito (diffusi in Puglia) e 2 gli Abito (6 gli Abiti, tutti in Veneto). Ovviamente, un vestito può essere da Ballo (138), da Sera (112) e in stile Impero (42), ma siccome l’icona di stile più amata di tutti i tempi è sicuramente Audrey Hepburn, allora  non mancano 44 Tubino… perché è sempre meglio esagerare un po’.

Vi piace essere meno formali? Eccovi 3 Tuta, 1 Felpa e 1 Jeans (ligure, visto che proprio dal porto di Genova questo materiale veniva esportato in tutto il mondo).

Per dovere di cronaca non possiamo tralasciare i cognomi sartoriali legati alle parti di un capo di abbigliamento: ecco Gambale (116), Cavallo (3131) Bottoni (834), Orlo (13), Asola (6), Cerniera (1) per i  pantaloni, mentre Manica (265), Spallina (96), Colletto (90) e Bavero (4) sono essenziali per giacche e maglie. Balza (64) e Spacco (10), infine, rendono ogni abito un successo.

Dal punto di vista del significato quanti cognomi sono davvero legati in qualche modo al capo di abbigliamento omonimo? Maglia potrebbe derivare dalla gens Manlia o da un toponimo come anche nel caso di Calzone (e Calzoni), mentre Cappa è legato proprio al mantello e in epoca medievale poteva indicare l’abitudine del capofamiglia di indossarlo, ma anche un fabbricante. Giaccone (e le varianti Giacchino, Giacchetta, Giachino, ecc) deriverebbero dai nomi propri Giacomo o Iacopo mentre Pantalone (ma anche Pantalone e Pantaleone) sarebbe legato, invece, al greco Pantaleo, ovvero coraggioso come un leone.