Mesi

Cognomi da almanacco: Mesi

Da Gennaio a Dicembre, i mesi dell'anno e le stagioni trovano tutti uno spazio tra i tanti cognomi presenti in Italia.

Può esistere un anno fornato da ben 37 Mesi e 3 sole Stagioni? Se parliamo di cognomi italiani, sì. Mesi è nome di famiglia soprattutto siciliano, Stagioni è romagnolo. Ed esistono anche i cognomi Anno (13) e Dell'Anno (159), entrambi campani.
Cominciamo dalle stagioni: Primavera 574, si trova in Abruzzo, nel Lazio e altrove nel Meridione d'Italia; Autunno 40, risulta sparso nel Sud; Inverno 13, è tipico della Campania, come pure Estate (9).
E vediamo il dettaglio dei mesi, in ordine di frequenza. Il più ricorrente è Maggio 2026, soprattutto pugliese e siciliano, davanti ad Aprile 1170, diffuso nelle stesse regioni, e a Marzo 658, presente quasi esclusivamene in Puglia.
Il quarto mese per numero di presenze è Agosto, 288, che registra i gruppi più consistenti in Piemonte e nel Friuli Venezia Giulia. Il quinto è Giugno, 274, che si caratterizza per due nuclei molto lontani fra loro, uno nella provincia di Caltanissetta e l'altro in quella di Brescia. Il sesto è il napoletano Settembre, 172.
Ancora pugliese è in prevalenza il cognome Novembre (109); siciliano e specialmente agrigentino è Luglio (89); e, di nuovo, napoletano è Febbraio (77); dalla Campania e dalla Puglia proviene anche Ottobre (53). Gli ultimi due mesi per frequenza risultano Dicembre (39) e Gennaio (11), la cui distribuzione è sparsa per l'Italia.

Ma il significato di questi nomi di famiglia coincide sempre con il nome del mese? Vediamo. L'origine di Maggio è molteplice: certo, dal quinto mese dell'anno per indicare la data di nascita, ma anche nel senso di "maggiore"; oppure da un nome di luogo o, ancora, da una voce dialettale per "maglio", dunque per indicare il mestiere del fabbro.

Anche altri cognomi derivano da nomi personali che alludevano al tempo della nascita del bambino o della bambina. Per esempio Primavera è un nome antico, che veniva assegnato come augurio di bellezza, di splendore e di serenità. Marzo, oltre certamente al terzo mese dell'anno (e il primo secondo vari calendari antichi e medievali), potrebbe derivare dal nome Marzio, che si ricollega a sua volta a Marco.
Agosto è l'unico del lotto di dodici che potrebbe non avere nulla a che fare con i mesi dell'anno. Si tratta, infatti, di una variante del nome Augusto. Alcuni di questi cognomi, infine,  potrebbero essere stati scelti a tavolino per un trovatello, ma sempre in relazione al periodo dell'abbandono e del battesimo.