Santi

Cognomi da almanacco: Santi

Sono i cognomi legati al culto dei santi. Dall'emiliano Santandrea al siculo Sanfilippo, ogni città ha un proprio Patrono a cui affidarsi.

Siamo un popoli di eroi, santi, poeti e navigatori, si è sempre detto. Ed è vero. E mentre gli eroi, i poeti e i navigatori si trovano soprattutto nelle insegne stradali, i nomi dei santi figurano numerosi anche nei nostri cognomi. A cominciare da Santi 2911 e da Santoro (dal latino Sanctorum, = dei santi, sottinteso: tutti) 7253. Centro-settentrionale il primo, meridionale il secondo.

I comuni italiani sono anche pieni di tornei e altre manifestazioni di devozione popolare in cui "corrono" i santi o i quartieri e i rioni che ne portano il nome. Vediamo dunque chi è in testa nella gara dei cognomi: Santangelo 1599, Sanfilippo 1599, Santambrogio 679, Sangiovanni 614, Santaniello 608, Sammarco 583, Santacroce 571, Sangiorgio 511, Sanvito 480, Sammartino 445, Santandrea 362, Santomauro 360, Santarsiero 353, Sampietro 324, Sangermano 283, Santantonio 212, Santeramo 225, Santonastaso (ossia Anastasio) 217, Santagostino 210, Sampaolo 179, Santonicola 175, Sandonà (ossia Donato) 150, Sangregorio 157, Santelia 114, Sanfelice 116, Sangiacomo 99, Sampino e Sangiuliano 94, Sanvitale 67, Santospirito 58, Sandomenico 53, Sanlorenzo 48, Sanfrancesco 29.
Fra le sante: Santamaria 1131, Santagata 495, Santalucia 285, Santagiuliana 188, Santachiara 125, Santorsola 115, Santacaterina 102, Santabarbara 69, Santavenere 47. 

Curiosità: il primato di Santangelo si deve al grande culto fin dal tempo dei Longobardi per l'angelo guerriero, identificato con l'arcangelo Michele, e detto anche Santarcangelo (193). Santaniello riflette il culto per l'agnello, simbolo di Gesù Cristo. Il nome Arserio o Arsieno esiste, ma Santarsiero è sconosciuto. Santèramo sta per Sant'Erasmo. Sangiuseppe non c'è perché il culto per lo sposo di Maria è recente, dal XVII secolo in poi.
 
Ma in genere come si sono formati questi cognomi? Tre possibilità: dal nome di una località sede di chiesa o altro edificio religioso; da una parrocchia presso la quale si era stati abbandonati (cognomi di trovatelli); dalla combinazione di due nomi: un Santonicola, per esempio, potrebbe essere il nome di famiglia di qualcuno figlio di Santo e nipote di Nicola.

Infine: a quali parti d'Italia appartengono i cognomi con i santi? In gran parte al sud: così Santangelo, Santacroce, Sammartino e Sangermano, distribuiti in più regioni; Sanfilippo siciliano, Santamaria siciliano e pugliese, Santospirito siciliano e lucano; Santonicola, Santonastaso, Santelia campani con Santagata casertano e Sandomenico napoletano; Santarsiero potentino, Santarcangelo e Sangiacomo lucani; Santantonio, Santeramo e Sanpaolo pugliesi con Santorsola barese; Sampino palermitano, Santocono siracusano.
Al Centro d'Italia s'incontrano l'abruzzese Sanvitale, il pescarese Santavenere, e il laziale, e campano, Sanfelice, il marchigiano Sanpaolo.
I settentrionali: dalla Lombardia Santambrogio, Sanvito, Santagostino, Sangiovanni (anche campano), Sangiorgio (inoltre siciliano); dal Piemonte Sanmartino e Sanlorenzo; dal Veneto Sandonà e Santagiuliana dall'Emilia Romagna Santandrea.