Guida redazionale allo smaltimento dei rifiuti a Cagliari

Chi lo può richiedere

Cittadini residenti o domiciliati.Nella Città di Cagliari è il comune stesso ad occuparsi della raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani. E' disponibile gratutiamente l'Isola Ecologica Mobile, un camion, allestito con appositi contenitori di raccolta, che per sei giorni a settimana, si sposterà in sei zone diverse della città. Possono usufruire del servizio di Isola Ecologica Mobile, i privati cittadini residenti in città e i commercianti, o professionisti, con attività a Cagliari: questi ultimi non possono però conferire rifiuti pericolosi.Fonte: http://www.comune.cagliari.it. Numero verde: 800.533.122 (linea 2).

Bidone giallo: CARTA E CARTONE

Cosa riciclare: giornali e riviste, libri, vecchi quaderni, volantini pubblicitari (non plastificati), scatole di cartone, scatole di cartoncino per alimenti (zucchero, pasta, riso, maionese, crackers, ecc.), scatole di cartoncino varie (dentifricio, confezioni scatolame, ecc.), fotocopie, opuscoli, tetra-pak (cartoncini del latte, dei succhi di frutta, ecc.) con il marchio CA cerchiato. Cosa NON riciclare:Carta sporca, Tovaglioli di carta usati, Carta oleata, Carta plastificata, Carta vetrata, Polistirolo, Scatole plastificate, Carta con residui di colla o altre sostanze, Carta chimica, Carta auto copiante, Bicchieri e piatti di carta, Scontrini. Modalità di deposito della carta: separare giornali e riviste dai loro involucri di cellophane. La carta da pacchi deve essere pulita, non accartocciata e non legata da fili metallici. Togliere la "finestra" di plastica dalle buste da lettera. Ridurre al minimo ingombro le scatole di cartone e cartoncino.

Bidone marrone: UMIDO ORGANICO

Cosa riciclare: Resti di frutta, ortaggi, avanzi di cibo, carne e ossi, pesce e lische, gusci d'uova, alimenti deteriorati, fondi di caffè o tè, erba secca, foglie, terriccio e potature (piccole quantità), pane, pasta, riso, lettiere naturali di animali domestici, tappi di sughero, tovaglioli sporchi di sostanze organiche (avanzi di cibo, olio vegetale, ecc.).Cosa NON riciclare: Tovaglioli sporchi di sostanze non organiche (olio di macchine, detergenti, ecc.), terra, sigarette, cenere.Modalità di deposito della frazione organica: separare accuratamente i rifiuti organici da tutti gli altri. Utilizzare esclusivamente sacchetti in Mater-Bi per depositare i rifiuti organici nel cassonetto marrone. Non inserire nel sacchetto cibi caldi per non danneggiarlo. Osservare gli orari e i giorni di deposito stradale. Per conoscere le zone di appartenza (A o B), contattare il numero verde 800 533 122.

Bidone verde: VETRO, ALLUMINIO (latta e lattine)

Cosa riciclare:Il vetro dei contenitori "vuoto a perdere" (es.: bottiglie, vasetti, ecc.), flaconi, barattoli, bicchieri. Lattine in alluminio per bibite, barattoli in alluminio, oggetti in metallo, bombolette spray, carta argentata, coperture metalliche di yogurt e dessert, vaschette per alimenti, tutti gli oggetti con il simbolo "AL".Cosa NON riciclare:Vetri per finestre, specchi, pirofile da forno in pirex, tazzine da caffè, porcellana, lampadine e tubi al neon, barattoli con resti di colori o vernici. Ferro vecchio, contenitori etichettati C, F, T, X, contenenti acidi, colle, insetticidi, mastici, smalti, soda, solventi, materiali poliaccoppiati (confezioni del caffè, dei biscotti).Modalità di deposito del vetro: togliere i tappi dalle bottiglie che vanno riposti negli appositi cassonetti. Lavare le bottiglie e i vasetti in vetro. Gettarli negli appositi cassonetti. Modalità di deposito dell'alluminio: sciacquare le vaschette degli alimenti al fine di eliminare eventuali residui di cibo. Eliminare dai contenitori di prodotti il materiale interno. Accartocciare i fogli di alluminio in modo tale che non si disperdano. Schiacciare le lattine per ridurre il volume quanto più è possibile. Non abbandonare i rifiuti fuori dai cassonetti.

Bidone azzurro: IMBALLAGGI IN PLASTICA

Cosa riciclare: Tutti i contenitori che recano le sigle PE, PET e PV, contenitori per liquidi, bottiglie per bevande, flaconi per prodotti per l'igiene personale e pulizia della casa, shampoo, bagnoschiuma, Detersivi, Confezioni Per Alimenti, Borse Di Nylon, Plastica In Pellicola, Polistirolo (Piccole Quantità).Cosa NON riciclare:Tutti i contenitori che NON RECANO le sigle PE, PET e PVC, tutti i contenitori che presentano residui di materiali organici (es.: cibi) o di sostanze pericolose (vernici, colle, ecc), giocattoli, musicassette e videocassette, piatti, bicchieri e posate in plastica, tubi di dentifricio, rifiuti ospedalieri (es.: siringhe, sacche per il plasma, contenitori per liquidi fisiologici e per emodialisi), beni durevoli di plastica (es.: articoli di casalinghi, elettrodomestici, completi per l'arredo, ecc.), articoli per l'edilizia.Modalità di deposito della plastica: ridurre le bottiglie il più possibile, schiacciarle in orizzontale e rimettere il tappo affinché non riacquistano la forma originaria. Risciacquare i flaconi. Non è necessario staccare eventuali etichette di carta. Conferire nel cassonetto della plastica (blu).

Bidone grigio: RIFIUTI INDIFFERENZIATI

Tutti quei rifiuti urbani che non appartengono alle altre categorie indicate.

Rifiuti INGOMBRANTI

Cosa riciclare: Mobili, elettrodomestici (es.: frigoriferi, cucine, lavastoviglie, lavatrici, televisori, computer, telefoni, ecc.), materassi, materiali ferrosi.Cosa NON riciclare: Residui di ristrutturazione e macerie, bombole del gas (vanno riconsegnate al concessionario), oggetti in ceramica.Modalità di recupero degli ingombranti: la raccolta può avvenire su chiamata dell'utente al Numero verde 800533122.

Rifiuti PERICOLOSI

Pile e batterie a secco estratte da radio, transistor, calcolatrici, giochi, walkman, farmaci scaduti, siringhe, vernici, pitture, colori, coloranti, inchiostri, smacchiatori e solventi (es.: acquaragia, trielina, etc.), prodotti fotografici, combustibili solidi e liquidi, accumulatori per auto e autoveicoli, olio minerale per autotrazione olio vegetale esausto, mercurio.Modalità di recupero dei rifiuti pericolosi: separare i rifiuti pericolosi dagli altri tipi di rifiuti, depositarli negli appositi contenitori e non abbandonarli per strada, è fondamentale per salvaguardare l'ambiente.