Guida redazionale allo smaltimento dei rifiuti a Bologna - Monomateriale

Chi lo può richiedere?

Cittadini residenti o domiciliati in tutta la città, ad eccezione del centro storico e nelle zone servite dal servizio porta a porta.

Come è organizzato?

La Città di Bologna affida il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani al Gruppo Hera (http://www.gruppohera.it). Numero verde: 800.999.500. È prevista la seguente suddivisione dei rifiuti: in tutta la città, ad eccezione del centro storico e nelle zone servite dal servizio porta a porta, il sistema di raccolta differenziata dei rifiuti è caratterizzato da raccolte monomateriale ovvero dedicate ad ogni tipologia di rifiuto prodotto, con cassonetti riorganizzati in “Isole Ecologiche di Base”, costituite da:- cassonetto giallo per la raccolta della plastica.- cassonetto azzurro per la raccolta di carta e cartone. - cassonetto verde e/o marrone per la raccolta dell’organico.- cassonetto grigio per la raccolta dell’indifferenziato.- campane verdi per la raccolta di vetro e lattine, posizionate sul territorio e dove possibile inserite nei punti di raccolta.Fonte: http://www.comune.bologna.it

Cassonetto giallo: PLASTICA

Cosa mettere nel cassonetto.Dalla cucina: bottiglie per liquidi, contenitori, buste e barattoli per alimenti, cassette in plastica per prodotti ortofrutticoli, reti per frutta e verdura, vaschette portauova in plastica, vaschette di gelati. Prodotti per igiene e pulizia: contenitori di prodotti per igiene e pulizia (marchiati PET, PVC, PE), flaconi per detersivi, saponi liquidi, etc. Imballaggi vari: sacchi e sacchetti di plastica e nylon, nylon (per imballaggio di vestiti, giornali, etc.), cellophane, polistirolo.Cosa non mettere nel cassonetto: oggetti in plastica che non sono imballaggi, giocattoli, grucce appendiabiti, tappetini, spugne e stracci, posate di plastica, arredi ed elettrodomestici in plastica, gomma, materiali edili, contenitori in plastica etichettati per materiali pericolosi, tossici, infiammabili o corrosivi.Nei pressi del mercato rionale Albani-Bolognina in via Albani è presente una grande isola interrata per la raccolta di imballaggi e casette di plastica.

Cassonetto azzurro: CARTA E CARTONE

Cosa mettere nel cassonetto: Carta da pacco, cartone ondulato, fotocopie (senza parti adesive, metallo, plastica), fustini di cartone, giornali, libri vecchi, quaderni, riviste, sacchetti di carta, scatole per alimenti, contenitori per bevande in tetrapak (latte, succhi di frutta, ecc. ben sgocciolati). Cosa non mettere nel cassonetto: piatti di carta, carta chimica o plastificata, carta oleata o sporca di colla o altre sostanze, nylon, cellophane, buste di plastica.Nei pressi del mercato rionale Albani-Bolognina in via Albani e al Fiera district Regione in via Aldo Moro, sono presenti due grandi isole interrate per la raccolta di carta e cartone.

Cassonetto verde e/o marrone: RIFIUTI ORGANICI

Cosa mettere nel sacchetto. Dalla cucina: avanzi di cibo, carta da cucina bianca, filtri di the, tisane, caffè, frutta e verdura, gusci d’uovo, ossa, resti di pesce e carne, pane raffermo, piatti/bicchieri/posate biodegradabili, tovaglioli. Dal giardino: erba (se in piccole quantità), fiori secchi e recisi, pezzetti di legno, cenere di legna spenta. Altro: fazzoletti, salviette di carta, paglia e segatura.Cosa non mettere nel sacchetto:Non inserire altre tipologie di rifiuti (es: lettiera per gatti, pannolini). Per aprire il cassonetto è necessaria una apposita chiave, sempre ritirabile presso i quartieri unitamente ad un secchiello per la raccolta della frazione umida. A tutte le famiglie verrà consegnata una pattumella di colore marrone ed appositi sacchetti per inserire i rifiuti organici.

Cassonetto grigio: INDIFFERENZIATO

Cosa mettere nel sacco: Batuffoli e bastoncini di cotone, assorbenti igienici, bicchieri di plastica, carta plastificata/cerata, carta oleata, carta carbone, carta per affettati, calze, cassette audio e video e custodie, compact disc e custodie, cocci di vaso - ceramica - porcellana, giocattoli non elettronici, gomma e gommapiuma, guanti di gomma, lampade ad incandescenza, lumini con cera, nastro adesivo, pannolini, penne, pennarelli, piatti e posate di plastica, polvere, sigarette, spugne, stracci non più riciclabili, tubetti di dentifricio, lettiera per gatti, cosmetici e tutto ciò che non può essere differenziato.Nei pressi dei mercati rionali di Chiesa Nuova in via Murri, San Donato in via Tartini e San Ruffillo in via Toscana, sono presenti grandi isole interrate per la raccolta dei rifiuti non differenziabili.

Cassonetto o campana verde: VETRO E LATTINE

Cosa mettere nella campana: Barattoli, scatolette in metallo, bottiglie e bicchieri di vetro, lattine (marchiate ACC e AL), vaschette e contenitori in alluminio per la conservazione e il congelamento dei cibi, fogli di alluminio da cucina, coperchi yogurt, bombolette spray esaurite (deodorante, lacca, panna).I contenitori sporchi devono essere vuoti prima di venire inseriti nelle campane.Cosa non mettere nella campana: oggetti in ceramica e porcellana (piatti, tazzine, ecc.), lampadine, lampade fluorescenti (es. neon, lampade a risparmio energetico), oggetti di vetro che non possono essere inseriti nelle campane perché troppo voluminosi.

Altre raccolte monomateriale attive in città

In tutta la città i contenitori per la raccolta di abiti, scarpe e accessori (borse, cappelli, ecc.) sono grigio antracite, con icone che rendono facilmente comprensibile la loro funzione. Abiti e accessori devono essere puliti, in buono stato e introdotti nei contenitori in buste ben chiuse. Gli oli utilizzati in cucina (olio di frittura, strutto, olio da cucina o quello degli alimenti sott’olio) vanno raccolti e non vanno versati nel lavandino o nell’ambiente.Gli oli vegetali, raccolti in contenitori anche occasionali, vanno portati alle postazioni dedicate, distribuite sul territorio, o ai Centri di raccolta. Pile di qualsiasi tipo e misura vengono raccolte in appositi bidoncini di plastica che si trovano all’interno degli esercizi commerciali (rivenditori e centri commerciali). Farmaci: vanno raccolti in sacchetti e consegnati negli appositi raccoglitori nelle farmacie.