Registro Informatico dei Protesti: modalità accesso, visure protesti

Chi lo può richiedere?

Chiunque può accedere al Registro Informatico dei Protesti collegandosi tramite il sistema informativo delle Camere di Commercio (utenti Telemaco).

Quali sono le condizioni per il rilascio?

Per procedere alla consultazione dei dati inseriti nel Registro è sufficiente versare i diritti di segreteria previsti dalla vigente normativa (Decreto 29/11/2004 pubblicato in G.U. del 2/12/2004 Serie Generale n. 283) essendo il Registro Informatico un archivio pubblico. È possibile accedere ai dati ufficiali relativi ai protesti su cambiali e assegni a carico di persone fisiche e giuridiche, levati sul territorio nazionale negli ultimi cinque anni.

Cosa è necessario fare?

Si accede al Registro Informatico dei Protesti con le seguenti modalità:- sottoscrivendo il Contratto TELEMACO registrandosi in www.registroimprese.it- stipulando un contratto con i Distributori Ufficiali di InfoCamere (www.infocamere.it/distributori.htm);- presso gli sportelli di una qualsiasi Camera di Commercio (il Registro Informatico dei Protesti è nazionale).

Quanto costa?

Allo SPORTELLO- Visura protesti: euro 2,00 a nominativo- Certificato protesti: euro 5,00 a nominativo (più imposta di bollo quando dovuta).Con TELEMACO- Visura protesti: euro 0,50 a nominativo- Ricerca anagrafica: euro 0,20 a nominativo.

Quali sono i termini?

Accesso e consultazione immediati.

Trova dove fare questo documento a

cambia località