Passaporto Europeo per Animali da compagnia

Chi lo può richiedere

Il proprietario animale d’affezione (obbligatorio solo per cani, gatti e furetti) per trasferimenti senza finalità commerciali in paesi UE, o una persona fisica che se ne prenda la responsabilità per tutto il viaggio, delegato dal proprietario in forma scritta. In molti Paesi europei è vietato l'ingresso degli esemplari delle razze canine ritenute pericolose, pertanto si consiglia di verificare le norme per singolo Paese. FONTE: http://www.salute.gov.it

Condizioni per il rilascio

Il passaporto, di forma tipografica standard deve essere scritto in una delle lingue ufficiali dello Stato membro di rilascio e in inglese. Deve indicare i dati anagrafici dell'animale e del proprietario, l'elenco di tutte le vaccinazioni effettuate dall'animale, le visite mediche e gli eventuali trattamenti contro l'echinococco multilocularis (soltanto per talune destinazioni) e sostituisce tutte le altre certificazioni per gli spostamenti all'interno dei Paesi della UE. L'animale deve avere un'età superiore alle 12 settimane, età minima per la vaccinazione antirabbica. Per gli animali di età inferiore alle 12 settimane non vaccinati nei confronti della rabbia si consiglia di verificare quali stati abbiano applicato la deroga riservata al trasporto di cuccioli.

Cosa è necessario fare

Iscrizione all’anagrafe canina (per i cani), ovvero all’anagrafe animali ASL.Presenza del microchip o del tatuaggio leggibile (se posto prima del luglio 2011). Il numero del microchip (oppure del tatuaggio) va riportato sul passaporto dell'animale.Vaccinazione contro la rabbia da almeno 21 giorni e non oltre 11 mesi. Per specifici Paesi possono essere previste attestazioni specifiche (certificato di buona salute, titolazione anticorpale, trattamenti antiparassitari, legalizzazione), per precisazioni ulteriori è quindi bene che il proprietario contatti direttamente le Ambasciate o i Consolati del Paese estero di destinazione. Per i viaggi dei cani verso la Finlandia, Regno Unito, Irlanda e Malta è necessario il trattamento preventivo per l'echinococco.

Quanto costa

Il rilascio del Passaporto è subordinato al pagamento degli importi relativi a rilascio, visita clinica e legalizzazione, con le modalità e le cifre che verranno fornite dalle Sedi ASL del Servizio Veterinario.

Tempi per il rilascio

Il Veterinario Ufficiale della Asl provvederà ad espletare le procedure sanitarie di verifica documentale, anagrafica, identificativa e clinica per il rilascio del passaporto compilando, qualora necessarie, anche le parti relative alla legalizzazione e alla visita clinica.

Validità

Il Passaporto accompagna l’animale per tutta la vita, anche nei passaggi di proprietà che devono essere correttamente registrati e comunicati.La validità viene mantenuta facendo eseguire, dal veterinario di fiducia e, per i Paesi che lo prevedono, dal veterinario ufficiale della Asl, gli interventi di vaccinazione, controllo sierologico, trattamento anti parassitario, visita clinica e legalizzazione che dovranno essere riportati sul Passaporto a cura del veterinario che li esegue.

Trova dove fare questo documento a

cambia località