Origine del cognome

Sei curioso di sapere qual è l'origine del tuo cognome? Vorresti scoprire come e quanto è diffuso in Italia? Consulta l'archivio di PagineBianche e cerca tutte le curiosità sul tuo cognome e quello dei tuoi amici.
Origine del cognome rossini
All'origine del cognome Rossini troviamo una caratteristica fisica facilmente riconoscibile da tutti: i colori predominanti di capelli, barba, carnagione. Si inserisce infatti, per significato e origini, nello stesso gruppo di altri cognomi italiani con la stessa etimologia, come Rossi e Rossetti. A differenza di questi però, presenta una diffusione più limitata per quantità e per distribuzione geografica.

La storia del nome affonda le sue radici nei secoli in cui erano molto presenti nella penisola le popolazioni di origine celtica, tra le quali la pigmentazione rossa era particolarmente diffusa e tale rimarrà, in misura minore, anche presso i latini. Oggi molte delle persone che portano questo cognome, o un altro dello stesso gruppo semantico, hanno ovviamente tratti fisici molto lontani da quelli degli antenati che ne originarono il significato.

L'araldica dei cognomi ha trovato tracce di alcuni Rossini appartenenti a casate nobiliari. Tra i personaggi che nei secoli hanno dato lustro a questo cognome, spicca nella memoria di tutti il famoso compositore italiano Gioachino, nato alla fine del Settecento. Oggi il cognome è specifico del Centro Nord, con concentrazione preponderante in Lombardia, seguita da Marche e Lazio. La provincia in cui è più probabile incontrare un Rossini è, infine, quella di Brescia.

Visualizza su mappa la distribuzione del cognome rossini