Origine del cognome

Sei curioso di sapere qual è l'origine del tuo cognome? Vorresti scoprire come e quanto è diffuso in Italia? Consulta l'archivio di PagineBianche e cerca tutte le curiosità sul tuo cognome e quello dei tuoi amici.
Origine del cognome natale
L'origine del cognome Natale, così come la sua etimologia e la storia del nome, sono tutte informazioni conosciute e ben documentate.

Presente sull'intera penisola italiana con ben 3378 rappresentanti, di cui 1265 in Campania contro l'unico Natale residente in Val d'Aosta, il cognome si presenta all'interno del Paese sotto diverse varianti. Se, infatti, Natale gode di un buon successo nel Centro Sud, i Natali si impongono di prepotenza nel Centro Nord. I Natalini occupano la zona del bolognese, la Toscana, l'Umbria, le Marche e il Lazio mentre il raro Natalino ha qualche raro esponente fra i cognomi italiani in Campania. Il significato e le origini del cognome Natale e di tutte le sue derivazioni sono radicate nel latino Natalis, come testimonia la sua presenza nell'iscrizione di una lapide dell'epoca. Anche nel Medioevo lombardo un atto del Codice Diplomatico risalente al 1131, parla di un certo Natalis e dei suoi possedimenti terrieri.

L'etimologia del cognome, che al femminile si trasforma in Natalia, trova fondamento nell'usanza iniziata nel Medioevo di attribuire il nome Natale ai bambini che nascevano il 25 Dicembre o, comunque, in prossimità del periodo natalizio. Una versione alternativa ipotizza invece che sia avvenuta un'italianizzazione dell'ebraico Nathanael che significa "dono di Dio", "donato da Dio". Probabilmente le due fonti, quella latina e quella ebraica, si sono fuse tra loro contribuendo entrambe alla diffusione del cognome Natale sul suolo italiano. Il nome in questione, così come le sue numerose derivazioni, è dovuto alla cognomizzazione del nome proprio del capostipite.

Per quanto riguarda l'araldica dei cognomi, vengono riportate notizie di una nobile famiglia di Palermo registrata all'ordine senatorio e che vedeva fra i suoi insigni membri un tale Domenico, già possessore del titolo di marchese di Monterosato e successivamente dichiarato nell'anno 1726, anche maestro portulano del regno. Un Tommaso Natale si guadagnò invece, nel 1725, il titolo di letterato di merito in aggiunta a quello di portulano del regno. Un altro ramo della famiglia pare invece essere stata originaria di Lucera ma, contrariamente ai parenti palermitani, si fregiò del titolo di nobile e potè usufruire dello stemma della casata.

Visualizza su mappa la distribuzione del cognome natale

Le località più cercate per il cognome Natale