Origine del cognome

Sei curioso di sapere qual è l'origine del tuo cognome? Vorresti scoprire come e quanto è diffuso in Italia? Consulta l'archivio di PagineBianche e cerca tutte le curiosità sul tuo cognome e quello dei tuoi amici.
Origine del cognome fiori
Se ti chiami Fiori, puoi vantare un cognome dal significato e dalle origini piuttosto brillanti. L'etimologia rinvia infatti al cognomen latino Florens, che significa letteralmente fiorente, ma anche prospero, forte, potente, o addirittura illustre, eminente, eccelso.

L'origine del cognome Fiori non è però necessariamente latina: potrebbe anche essere medievale. In tal caso deriverebbe dal nome personale Fiore, oggi decisamente in disuso, ma utilizzato all'epoca sia al maschile, che al femminile. Infine, la storia del nome Fiori è collegabile anche a toponimi o nomi di contrade, come San Giovanni in Fiore (comune della provincia di Cosenza), o San Fior (in provincia di Treviso).

Oggi Fiori non è tra i cognomi italiani più diffusi, tuttavia compare 6483 volte nella nostra penisola. Le regioni in cui è maggiormente presente sono Puglia, Campania e Lazio, ma è diffuso in tutta Italia, così come la sua variante Fioretti. Fior è invece un cognome tipico dell'area veneta, Fioroni si concentra soprattutto in Lombardia settentrionale e nel reggiano, Fiorio nel veronese, nel vicentino, ma anche nel basso trentino, nel latinense e nel torinese. In Sardegna la variante più diffusa è Fiore, presente anche nel centro-nord, mentre Fiora è concentrato in Lombardia e Piemonte.

Per quel che riguarda i personaggi e le famiglie illustri, secondo l'araldica dei cognomi i Fiori si fregiano in Puglia del titolo di Conti, in Campania di quello di Patrizi, mentre in Veneto e in Emilia Romagna erano definiti Nobili. Fra i Fiore abbiamo numerosi poeti, scrittori e artisti italiani, ma molti ricorderanno soprattutto l'ex calciatore Stefano Fiore.

Visualizza su mappa la distribuzione del cognome fiori