Origine del cognome

Sei curioso di sapere qual è l'origine del tuo cognome? Vorresti scoprire come e quanto è diffuso in Italia? Consulta l'archivio di PagineBianche e cerca tutte le curiosità sul tuo cognome e quello dei tuoi amici.
Origine del cognome calabrese
Il cognome Calabrese ha chiarissime derivazioni, riferite alla provenienza dalla Regione Calabria, di coloro che lo portano. La tradizione tramanda la notizia della casata dei Calabrese, invitata da Carlo II d'Angiò a trasferirsi a Lucera. L'ordine, risalente al XIV secolo, sarebbe stato dato per ripopolare la cittadina della Daunia.

L'origine del cognome è rispecchiata ancora oggi dall'attuale diffusione dello stesso che vede i Calabrese presenti in ogni Regione d'Italia ma, principalmente, nell'ordine di un migliaio, in Calabria, Sicilia ed alta Puglia, zona di Lucera, appunto.

La storia del nome ha quindi significato ed origini antecedenti il quattordicesimo secolo. Come molti dei cognomi riferiti alla provenienza geografica di coloro che lo portavano, durante il medioevo anche Calabrese è stato trasformato nella sua rispondenza al plurale, più adatto ad indicare una casata. Una seconda teoria fa risalire Calabrese ai termini "Ca Labria" e cioè colui che viene dall'Albania. Questa tesi è suffragata dalla elevata presenza, nella regione, di famiglie con origini albanesi e dal fatto che, ancora oggi, in molte zone dove il cognome è più diffuso, si parla un dialetto molto simile alla lingua ufficiale di Tirana.

L'etimologia del termine indica anche derivazioni greche, da "kalon-brion" che in italiano ha una traduzione simile a "faccio crescere il bene". Sono molti i cognomi che derivano dallo stesso ceppo: Calabresi, Calabretta, Calabretto, Calabresu, Calabretti ne sono alcuni esempi.

L'araldica dei cognomi attribuisce alla stirpe dei Calabrese uno stemma dalla forma di scudo, con sfondo celeste, diviso in due parti da una striscia dorata. Il lato inferiore è decorato con tre stelle argentee ad otto punte, mentre nella parte superiore campeggia un agnus dei, con croce ed aureola.

Il cognome Calabrese ha 5567 esponenti, registrati come residenti nei Comuni della Penisola. Questo dato proviene dal database di Pagine Bianche, dov'è possibile trovare numerose altre informazioni, riguardo alle origini ed al significato dei cognomi italiani, oltre al loro rango di appartenenza e relative curiosità. Ad esempio, Calabrese è anche un vitigno, meglio conosciuto come Nero d'Avola.

Tra i Calabrese famosi, Pietro, ex direttore della Gazzetta dello Sport e Giovanni Calabrese, canottiere, bronzo olimpico e medaglia d'oro mondiale.

Visualizza su mappa la distribuzione del cognome calabrese