Fiumi

Cognomi geografici: Fiumi

Dai nostrani Po e Panaro all'esotico Eufrate, i cognomi italiani sono un vero e proprio atlante di fiumi, torrenti e corsi d'acqua di tutto il mondo.

Se il nostro Paese è solcato da una miriade di fiumi, torrenti e altri corsi d'acqua, non lo è da meno il repertorio dei cognomi italiani. Eccone la prova.
In Italia si contano 614 Lena (fiume della Siberia), 434 Volta (fiume africano), 377 Panaro (questo più familiare, specie agli emiliani), 307 Mannu (in Sardegna), 121 Po, 118 Don (altro fiume russo), 102 Pescara (con 2 Aterno, fiume abruzzese), 101 Sesia (fiume piemontese).
Poi, con un minor numero di presenze, la lista è lunghissima: 58 Adda, 57 Arno, 48 Sanlorenzo (il grande fiume canadese), 47 Volturno, 47 Garigliano, 41 Dora e qui si potrebbe specificare: 4 Baltea e 2 Riparia.
Poi tocca al Tevere con 38 presenze, Brenta con 33, Secchia con 28, Danubio e Reno con 27 ciascuno, Tigri 27, Oglio 13, Tamigi 19, Isonzo 15, Liri 15, Elba 15, Vistola 13, Tagliamento 12, Eufrate 10, Ticino 9, Niger 8 Mincio 6, con una grande mescolanza di Italia e di altre nazioni in vari continenti.
Meno diffusi sono 9 Indo, 6 Piave, 5 Adige, 4 Ombrone e 3 SangroGange, Giuba e Ofanto 2, 1 Tanaro, 1 Volga e 1 Tirso
Frequenti invece i generici Rio (187) come quello delle Amazzoni, e Fiume (407) che, pensando alla Cina, potrebbe combinarsi con i cognomi Azzurro (45) e Giallo (35).

Quanto a collocazione geografica, però, non ci siamo... Arno è cognome siciliano e campano come Isonzo, Mincio è presente nelle Marche e in Calabria, Piave in Sicilia e nel Lazio, Ofanto nella provincia di Macerata, Tevere ancora in Calabria e Campania, Adda in Piemonte (oltre che in Veneto), Ombrone a Napoli. Invece, Sesia è un cognome effettivamente piemontese, Brenta e Secchia sono sparsi nel Nord, Oglio è lombardo (ma anche campano), Mannu è inconfonbilmente sardo e Po è tipico del modenese.

Tra i fiumi europei e di altri continenti, Senna figura in Lombardia, Tamigi in Campania, Niger nel Pesarese, Danubio in Sicilia e Campania, Tigri in Puglia e in Sicilia come Eufrate e Gange, Don sparso nel Settentrione.

I cognomi-fiume indicano spesso il corso d'acqua o i paesi che ne hanno inglobato il nome. Altrettanto spesso sono cognomi scelti a caso da un atlante geografico per i trovatelli, come fu in uso nell'Ottocento in alcuni istituti per esposti. E poi ci sono le semplici coincidenze: Lena viene dal nome Maddalena. Volta indica una strada, una curva. Panaro è un nome di mestiere, quello del fornaio che cuoce il pane. E Don è forma settentrionale del nome di persona Dono.