Frutta

Cognomi vegetali: Frutta

Colorata e saporita, la frutta fa bene alla salute e piace a tutti. Ma ora scoprite se il vostro frutto preferito è anche un cognome!

Se il cognome Frutta è una vera rarità in Italia e compare solo 4 volte tra Piemonte e Lombardia, in tutto il Paese sono comunque molti a portare nomi di famiglia legati a questo prelibato regalo di madre natura.

In testa alla classifica troviamo l’esotico Cocco con 2638 occorrenze, seguito dai più nostrani Castagna e Mora rispettivamente con 2005 e 1517. Seguono tre frutti estivi come Pera (527), Fico (439) e Melone (426), accompagnati da Noce (419) e Mango (353). Il frutto più amato dagli italiani - ovvero la Mela - conta 331 presenze (131 per il più arcaico Pomo) ed è tallonata da Uva con 322, mentre Nespola con 49, Amarena con 44 (a cui vanno aggiunte le variazioni sul tema come Visciola e Ciliegia) e Pesca con 37 sono decisamente meno popolari... almeno dal punto di vista dei cognomi.

Piuttosto diffusi sono anche i cognomi legati al mondo degli agrumi come Limone (227), Arancio (211), Mandarino (186), Cedro (105), Chinotto (15) e Bergamotto (4). Ad essi si affiancano quelli che ci rimandano ai colori dei piccoli frutti  - dove Fragola (123) trionfa sui meno conosciuti Ribes (19), Mirtillo (12) e Lampone (11) - oppure quelli legati alla frutta secca con i suoi 45 Pistacchio, 11 Nocciola e 10 Mandorla.

Ma dove sono diffusi questi cognomi? Se Cocco e Castagna sono panitaliani e sono distribuiti in tutto il territorio, Mora è presente soprattutto tra Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna, mentre è quasi del tutto sconosciuto al Sud tranne per 7 presenze in Sicilia. Limone, Fico, Melone e Mango prevalgono in Campania, mentre Noce nel vicino Lazio. Mandarino è un cognome soprattutto calabrese, Pera, invece, si distribuisce in un’immaginaria linea retta tra Piemonte, Liguria e Toscana.

Veniamo alle origini dei cognomi più diffusi: Cocco presenta una doppia etimologia dovuta a due ceppi distinti. Da un lato la parola kokkos proveniente dalla Grecia antica attraverso l’emigrazione e che indicava probabilmente le bacche usate dai cocliti per la colorazione dei tessuti, dall’altro il ceppo sardo dove il cognome deriverebbe da coccoda ad indicare un masso di pietra.
Castagna e le sue varianti Castagnetti, Castagnino e Castagnone sono strettamente legate al frutto indicando sia la professione di raccoglitori, sia un luogo in cui erano presenti dei castagneti. Anche Melone, Noce e Fico sono di diretta derivazione dal frutto omonimo, mentre Mango arriverebbe dal cognome greco Mangos, così come Arancio proverrebbe da Arangio, italianizzazione dell’arabo Naranj che indica l’arancia.