Pasta

Cognomi culinari: Pasta

Cappelletti e Brodo, Risi e Bisi, quanti sono i cognomi legati ai primi presenti sulle nostre tavole? Tra Fusilli, Spaghetti e Lasagne, la pasta è ancora una volta protagonista

L'Italia è piena di cognomi da mangiare. Ovvio cominciare dai primi piatti e in particolare dalla pasta. I Cappelletti sono 1964 (per chi li chiamasse Cappellacci, il numero scende a 104). Al secondo posto i Riso: 392 portatori (con 14 Risotto). E per un abbinamento classico con i piselli, ecco 677 Risi e 524 Bisi! Seguono 319 Gnocchi, 301 Tortelli, 288 Lasagna, 213 Maltagliati

Ce n'è per tutti i gusti. Pasta lunga? I Fusilli sono 106, gli Spaghetti 52, i Tonnarelli 36, i Tagliolini 18, gli Zita 55. Pasta corta? 166 Stortini, 56 Fiocchetti, 51 Maccheroni (con 5 Maccheroncini), 15 Penne, 23 Quadretti (e ci sono anche 2 Quadrucci). Altri formati e denominazioni regionali? 124 Crosetti, 26 Bigoli, 24 Pizzoccheri... e meno numerosi, ecco anche i signori Cannelloni (8), Garganelli (6), Vermicelli (7), Passatelli (2),  Tortellini (1)... La pasta, del resto, l'hanno inventata e diffusa in tutto il mondo gli italiani. E il cognome Pasta figura 212 volte (e La Pasta 27).

Ma dove si trovano questi cognomi? Gnocchi è soprattutto lombardo, Riso si distribuisce nel Sud continentale, Tortelli è sparso in tutta Italia. Lasagna si divide tra Piemonte e Lombardia de specie nell'Alessandrino, Maccheroni tra Toscana e Umbria, Tagliolini tra Umbria e Marche. Tonnarelli è marchigiano, Spaghetti è toscano con punte nell'Aretino. Ravioli s'incontra a Roma e a Milano e intorno a Massa, Maltagliati è della provincia di Milano ma anche pistoiese.

Certo, i veri significati di questi cognomi, che derivano nel nostro caso specialmente da soprannomi, raramente hanno a che fare con la gastronomia. Penne per esempio è un comune abruzzese. Agnolini è diminutivo di Agnolo, forma toscana per Angelo. Risi e Riso sono niente meno che accorciamenti di nomi medievali come Oderisio, Merisi, Parisi, Guarise... Gnocchi discende dal soprannome, ancora oggi in uso, di gnocco per dire ‘sciocco, broccolone, bonaccione'... Tonnarelli è una forma dialettale per Tonarelli (da Toni) o per Tondarelli (da tondo). Cappelletti fa riferimento a un piccolo cappello da indossare. Ma Lasagna è proprio lei, la "pasta di farina preparate a fettucce", come si definiva un tempo. E i Maccheroni? All'epoca in cui si sono formati i cognomi, indicavano piuttosto i nostri cannelloni o le lasagne e nel Nord d'Italia maccarone era l'aggettivo con cui si etichettava una persona sciocca.

Beh, ma non dimentichiamo il condimento. Intanto i Pomodoro sono 34 e i Brodo 20, ma per gli aromi e le spezie vedi la sezione dedicata.