Permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo – Richiesta del familiare convivente

Chi lo può richiedere

Il coniuge di straniero titolare di permesso di soggiorno UE o di straniero che ha comunque inoltrato domanda per il rilascio del permesso di soggiorno UE, può richiedere il rilascio del permesso UE per motivi familiari.Con Decreto Legislativo 13 febbraio 2014, n. 12, il rilascio del permesso di soggiorno UE di lungo periodo è stato esteso, nel rispetto dei requisiti, anche ai beneficiari di protezione internazionale (rifugiati e titolari di protezione sussidiaria) e ai loro familiari. A tal riguardo, non è richiesta la documentazione relativa all'idoneità dell'alloggio, ferma restando la necessità di indicare un luogo di residenza.

Condizioni per il rilascio

Il permesso di soggiorno UE non può essere rilasciato a chi ritenuto è pericoloso per l'ordine pubblico e la sicurezza dello Stato. Deve essere dimostrata la disponibilità di un reddito minimo non inferiore all'importo annuo dell'assegno sociale, che, nel caso di domanda per i familiari, deve essere proporzionato al numero delle domande. È necessario aver superato il test di conoscenza della lingua italiana. La domanda per il test deve essere presentata su http://testitaliano.interno.it.

Cosa è necessario fare

La domanda, indirizzata alla questura del luogo ove il richiedente ha la residenza, va presentata presso gli uffici postali tramite apposito kit, oppure, senza utilizzare il kit, ci si può recare presso i Comuni o i Patronati che offrono questo servizio.E’ necessario compilare il modulo 1 del kit con banda gialla, con apposto 1 contrassegno telematico. Il modulo 2 andrà compilato solo se il richiedente è titolare di reddito proprio.Insieme al modulo (compilato e sottoscritto) allegare:- fotocopia di tutto il passaporto (o altro documento equipollente);- fotocopia dichiarazione redditi del coniuge (relativi all’anno precedente) e propria, se posseduta. Ai collaboratori domestici (colf/badanti) è richiesta l’esibizione dei bollettini INPS o l’estratto contributivo analitico rilasciato dall’INPS;- certificato casellario giudiziale e certificato delle iscrizioni relative ai procedimenti penali (da richiedere entrambi all’Ufficio Casellario del Tribunale);- fotocopia documentazione anagrafica attestante il rapporto di coniugio. Se proveniente dall’estero la certificazione deve essere tradotta e legalizzata dalla Rappresentanza Diplomatica/Consolare italiana;- fotocopia del certificato di idoneità alloggiativa;- bollettino postale di pagamento del permesso di soggiorno elettronico .Il permesso è rilasciato entro 90 giorni dalla richiesta, previo accertamento delle condizioni richieste dalla legge.

Quanto costa

Sono previste le seguenti spese: contrassegno telematico 16,00; un bollettino di euro 30,46 per il rilascio del permesso di soggiorno elettronico; un bollettino di euro 30,00 da versare all'operatore dell'Ufficio Postale alla consegna della domanda (spese postali per il servizio).

Validità

Il permesso di soggiorno per motivi familiari ha la stessa durata del permesso di soggiorno del familiare straniero che ha effettuato il ricongiungimento familiare ed è rinnovabile insieme con quest'ultimo.