Richiesta di attivazione nuova utenza gas

Chi lo può richiedere?

Chiunque abbia la necessità di attivare la fornitura di gas o un suo delegato.

Quali sono le condizioni per il rilascio?

L'attivazione della fornitura di gas può avvenire solo previo controllo della tenuta assoluta dell'impianto, che deve essere svolto da un tecnico privato autorizzato, ovvero provvisto dell'abilitazione ai sensi della Legge n. 46/90. I contratti di fornitura di luce e di gas dipendono dal contatore per il quale sono stati firmati e non sono trasferibili da un’abitazione all’altra.

Cosa è necessario fare?

Per richiedere l’attivazione della fornitura di gas, è necessario rivolgersi alla società con la quale si vuole stipulare il contratto di fornitura. Sono richiesti i seguenti documenti: -carta d'identità dell'intestatario della fornitura con i suoi dati anagrafici e recapiti; -codice PDR (Punto di Riconsegna) composto da 14 caratteri, che identifica il punto geografico in cui il gas viene prelevato dall'utente. Il fornitore presenta al richiedente due moduli da compilare: Allegato G, ovvero la "Procedura con le indicazioni da seguire per ottenere l’attivazione"; Allegato H , ovvero la "Conferma della richiesta di attivazione della fornitura di gas". L’Allegato I , ovvero l’Attestazione di corretta esecuzione dell'impianto, è cura dell'installatore e deve esssere presentato tra i documenti.

Quanto costa?

Il costo fisso di attivazione per gli impianti ad uso domestico è di € 40 ( il cosiddetto costo per l’accertamento – nel caso di impianti utilizzati a fini domestici) indipendentemente dal fatto che l'accertamento abbia dato esito positivo o negativo. Per altri costi consultare l'azienda fornitrice prescelta.

Quali sono i tempi per il rilascio?

Dalla data della richiesta al fornitore, la fornitura di gas deve essere attivata entro 12 giorni lavorativi. Infatti, entro 2 giorni lavorativi dalla richiesta, il fornitore prescelto è tenuto a comunicarla al suo distributore. Questi verificherà che tutta la documentazione sia in regola. In caso positivo, provvederà ad attivare la fornitura entro 10 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta. Se il distributore non riceve la documentazione completa entro 90 giorni dalla data di ricevimento della richiesta di attivazione, la richiesta verrà considerata nulla.