Richiesta stallo di sosta disabili assegnato o personale

Chi lo può richiedere

La domanda può essere prodotta dall’interessato residente o domiciliato nel Comune di competenza. In caso di impossibilità del richiedente, la domanda può essere presentata da un convivente, provvisto di delega e fotocopia del documento del richiedente, o dal curatore/tutore.

Condizioni per il rilascio

La normativa è comunale, si consiglia dunque di verificare i requisiti e le modalità presso il Comune. In generale, il disabile deve essere in possesso di apposito contrassegno di cui l’art. 381 del DPR 495/92 di tipo permanente (validità 5 anni), debitamente indicato nella documentazione medica di accompagnamento alla domanda. Deve dichiarare di non possedere nel raggio di circa 100 metri dall’abitazione uno spazio idoneo al ricovero del mezzo di trasporto, o non accessibile a causa delle sue particolari condizioni fisiche. L’interessato deve dimostrare la disponibilità, nel proprio nucleo familiare, di un veicolo atto al trasporto del disabile e deve altresì dimostrare che l’area ove richiesto lo stallo di sosta assegnato sia compatibile con la sosta veicolare ai sensi delle norme del vigente Codice della Strada.

Cosa è necessario fare

Il richiedente deve presentare - la fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente;- la fotocopia di un documento di riconoscimento del curatore/tutore nel caso in cui il disabile sia da questi rappresentato;- fotocopia del contrassegno di invalidità;- fotocopia del libretto di circolazione del mezzo intestato al disabile od a persona dello stesso nucleo familiare;- certificato medico attestante che il richiedente presenta una grave infermità agli arti inferiori o altra patologia che impedisce una autonoma deambulazione, con l’indicazione al diritto per il rilascio della concessione di spazi per la sosta personalizzata. Il contrassegno originale, con lo specifico numero di autorizzazione, deve essere esposto sul parabrezza dell’auto in modo visibile. Il numero di autorizzazione deve corrispondere a quello indicato sull’apposito cartello stradale.Il contrassegno originale, con lo specifico numero di autorizzazione, deve essere esposto sul parabrezza dell’auto in modo visibile. Il numero di autorizzazione deve corrispondere a quello indicato sull’apposito cartello stradale.

Quanto costa

I costi dell'istruttoria variano a seconda del Comune in cui viene presentata la domanda. Nel caso di stalli assegnati a disabili titolari di contrassegni aventi validità temporanea, viene solitamente richiesta una marca da bollo di euro 16,00.

Tempi di rilascio

Il rilascio avviene entro 30 giorni dalla presentazione dell’istanza da parte del richiedente, completa di documenti.

Validità

La validità coincide con quella del contrassegno disabili. Viene revocato in caso di trasferimento in altro Comune della residenza o domicilio del disabile o in caso di decesso dello stesso. Nel caso di trasferimento in altro Comune della residenza o domicilio del disabile, occorre che il titolare del contrassegno, od il suo curatore/tutore, facciano pervenire una comunicazione di avvenuto trasferimento con conseguente cessazione delle condizioni che hanno determinato la realizzazione dello stallo. Nel caso di decesso del disabile occorre che gli eredi facciano pervenire una comunicazione di avvenuta cessazione delle condizioni che hanno determinato la realizzazione dello stallo assegnato, allegando il contrassegno invalidi.

Trova dove fare questo documento a

cambia località