Origine del cognome

Sei curioso di sapere qual è l'origine del tuo cognome? Vorresti scoprire come e quanto è diffuso in Italia? Consulta l'archivio di PagineBianche e cerca tutte le curiosità sul tuo cognome e quello dei tuoi amici.
Origine del cognome rizzo
Rizzo è tra i cognomi italiani più diffusi nel nostro Paese. Presente in tutta l'Italia Settentrionale, in particolare nella zona centro orientale, è esteso soprattutto nel Meridione.

Il nome Rizzo è presente in diverse forme alterate: Rizza, Rizzitelli e Rizzuto al sud, Rizzon, Rizzioli, Rizzetto in Veneto e Lombardia. In ordine all'etimologia del nome, Rizzo è uno di quei cognomi che derivano da un soprannome, come quasi il 15% dei cognomi in Italia. Infatti deriva dalla parola "riccio= dai capelli ricci, ricciuto", quindi si presume che il capostipite avesse i capelli ricci. Alcuni studiosi la fanno risalire al riccio della castagna o al porcospino, infatti nell'araldica dei cognomi, tra i diversi stemmi della famiglia Rizzo, compare quello con stelle e ricci su fondo blu.

La storia del nome è legata alla nobile famiglia napoletana dei Rizzo, risalente al XII secolo, patrizi residenti ad Amalfi, di cui un ramo si spostò in Sicilia, mentre la linea principale si stabilì a Napoli. Iscritti tra i Patrizi napoletani del Seggio di Forcella nel 1444 e tra i Patrizi napoletani del Seggio di Nido nel 1501, ramo che continua fino ai nostri giorni. In seguito un ramo della famiglia andò in Abruzzo, assumendo il cognome de Ritiis, perdendo i privilegi della nobiltà di seggio. La famiglia Riccio, patrizia napoletana, si estinse nel XVI secolo.
Attualmente il numero più elevato di Rizzo si trova in Sicilia e in Puglia, seguiti da Veneto e Lombardia.

Visualizza su mappa la distribuzione del cognome rizzo