Origine del cognome

Sei curioso di sapere qual è l'origine del tuo cognome? Vorresti scoprire come e quanto è diffuso in Italia? Consulta l'archivio di PagineBianche e cerca tutte le curiosità sul tuo cognome e quello dei tuoi amici.
Origine del cognome mele
Se sei interessato alla storia dei tuoi antenati e all'origine del cognome Mele sappi che questo cognome deriva dall'appellativo Miele che, in passato, era inteso in senso affettivo e veniva dato ad un figlio o ad una persona cara con il significato di: "dolce come il miele". In alcuni casi l'etimologia lo fa derivare da una forma sincopata dei nomi propri Michele e Manuele ma esiste anche un'origine che risale ad un toponimo che si riferisce ad un Comune ligure, Mele, in provincia di Genova: si tratta, comunque, di una derivazione rara.

Mele risulta essere molto diffuso nel sud della penisola e in Italia sono circa in 4992 a possederlo. Lo si incontra in meridione soprattutto in Puglia dove individua 1311 persone ma anche in Campania con 1116 cittadini che rispondono a questo cognome. Ci sono però ceppi anche a Roma, a Firenze e a Parma. In base alla diffusione Mele è al 259° posto nella graduatoria dei cognomi italiani. Se ne trovano circa 744 in Sardegna, soprattutto nella zona di Oristano e Nuoro, anche nelle varianti Méli e Melis: quest'ultima deriva dal sardo logurdese e significa "miele".

Nella forma Meli puoi trovare ben 1146 cognomi in Sicilia, nella zona di Palermo e Caltanissetta mentre in Lombardia ve ne sono circa 300 e in Piemonte 210, in queste due ultime regioni forse per effetto di migrazioni. Cognome ampiamente documentato lo si trova in meridione già nei secoli X e XI secondo le forme latine Mel e Melle. Significato e origini ti raccontano una storia del nome che riguarda epoche lontane, nel basso Medio Evo, dove in alcuni atti del 1200 è nominato un certo Gualfredi Mele ma anche Guillelmus de Meli nel 1287 e, in tempi più remoti ancora, un Mele di Brindisi che fu abate nel 1059.

Anche Melucci, più raro Mellucci, deriva da Mele e ha ceppi a Roma, a Rimini e in Campania.
Secondo l'araldica dei cognomi i Mele di origine calabrese, pugliese e campana appartenevano a Casate i cui discendenti erano stati insigniti del titolo di Nobili concesso a chi aveva particolari meriti patriottici e che, di conseguenza, poteva fregiarsi di stemma e sigillo.

Visualizza su mappa la distribuzione del cognome mele