Origine del cognome

Sei curioso di sapere qual è l'origine del tuo cognome? Vorresti scoprire come e quanto è diffuso in Italia? Consulta l'archivio di PagineBianche e cerca tutte le curiosità sul tuo cognome e quello dei tuoi amici.
Origine del cognome lombardi
Lombardi è uno tra i cognomi italiani di larga diffusione sia nel nord che nel sud, dove tuttavia è molto più presente nella variazione Lombardo. Sono poi molto diffusi anche i derivati dalla stessa radice, come Lombardini, Lombardino e Lombardelli.

L'origine del cognome è senza dubbio etnica, fu coniato per indicare la provenienza e la sua etimologia è ben chiara: lo si deve infatti a quella parte di Pianura Padana denominata un tempo Longobardia e in seguito Lombardia. Va notato che l'estensione medioevale di tale regione non era quella attuale, ma comprendeva anche Veneto, Friuli, Piemonte ed Emilia Romagna e si identificava con l'estensione del regno longobardo.
La storia del nome è dunque quella che identificava individui diretti discendenti del popolo germanico, in seguito il dominio longobardo in Italia si estese a quasi tutto il meridione e comparve anche qui questo identificativo, soprattutto in Campania dove sorse un fiorente ducato.
Con il passare del tempo e con la definitiva sconfitta di re Desiderio da parte di Carlo Magno (759) i Longobardi finirono col fondersi con la popolazione autoctona, ma delle origini di tali famiglie rimase traccia nell'appellativo.

Sono dunque facilmente ripercorribili significato e origini, mentre la sua trasformazione in cognome vero e proprio risale al 1500. Per quanto riguarda l'araldica dei cognomi, sono molte le famiglie nobili chiamate Lombardi e anch'esse sono equamente divise su tutto il territorio italiano, con presenze ad Alessandria ed altre aree piemontesi, Genova, Bologna, Verona, Venezia, Modena, Napoli e in alcune zone della Campania.

Visualizza su mappa la distribuzione del cognome lombardi