Origine del cognome

Sei curioso di sapere qual è l'origine del tuo cognome? Vorresti scoprire come e quanto è diffuso in Italia? Consulta l'archivio di PagineBianche e cerca tutte le curiosità sul tuo cognome e quello dei tuoi amici.
Origine del cognome leonardi
Uniformemente distribuito su tutto il territorio italiano come tale o sotto forma delle sue numerose varianti, il cognome Leonardi possiede una storia antica, giustificata, d'altronde, dalla sua etimologia. L'origine del cognome, infatti, sembrerebbe discendere dal nome di origine germanica Lionhardus che compare per la prima volta in una Charta Manumissionis risalente al maggio del 754 d.C., redatta a Cremona. Il significato e le origini del cognome sembrano, quindi, essere legate a doppio filo con quelle del nome Leonardo, derivante dalle parole germaniche lowen, leone, e hardhu, forza: Lionhardus, quindi, sta a significare "forte, ardito come un leone". La personalità più importante, associata al nome Leonardo è, sicuramente, Leonardo da Vinci, celebre artista filosofo ed ingegnere del Rinascimento italiano.

Ricercando nell'araldica cognomi, si può risalire ad una famiglia di Numana, in provincia di Ancona, a cui la Consulta Araldica conferì, nella persona di Carolo Leonardi, il titolo di Nobile di Numana.

Per quanto riguarda la diffusione del cognome sul territorio italiano, Leonardi compare come tale ben 5542 volte. Il picco si osserva in Sicilia, ma un'elevata presenza può essere riscontrata, anche, in Emilia Romagna e Lazio. Le varianti del cognome sono altrettanto diffuse: Leonardo è più presente nel sud Italia, in particolare in Calabria e Sicilia, mentre in Campania, si ritrova frequentemente il cognome Lonardo. Lonardi è più comune nell'area del veronese, mentre, decisamente meno rappresentata, è la variante Leonardini, presente in Liguria e nella Toscana occidentale.

Visualizza su mappa la distribuzione del cognome leonardi