Origine del cognome

Sei curioso di sapere qual è l'origine del tuo cognome? Vorresti scoprire come e quanto è diffuso in Italia? Consulta l'archivio di PagineBianche e cerca tutte le curiosità sul tuo cognome e quello dei tuoi amici.
Origine del cognome antonelli
L'origine del cognome Antonelli, secondo gli studiosi di araldica dei cognomi, è strettamente legata alla storia del nome Antonius, di probabile origine etrusca e che divenne in epoca latina il nome di una importante gens romana, di cui il più noto esponente fu proprio Marco Antonio. Quest'ultimo -prima questore, poi tribuno della plebe ed infine console- è passato alla storia per la relazione sentimentale con la regina d'Egitto Cleopatra, da cui ebbe un figlio. L'altra possibile etimologia del cognome Antonelli va ricercata nel nome greco Antionos, che sta a significare nato prima. 

Tra i cognomi italiani, Antonelli risulta particolarmente diffuso nel centro del Paese: a guidare la classifica sono, infatti, il Lazio seguito, a debita distanza, dalle Marche e dalla Toscana. Sebbene sia presente in tutte e venti le regioni italiane, il cognome risulta molto raro in Valle D'Aosta, in Basilicata, in Calabria e in Sardegna.

Il significato e le origini delle molteplici varianti del cognome Antonelli vanno tutte, comunque, ricondotte a modificazioni del nome Antonius e condividono la sorte di essere diminutivi del nome di persona Antonio a suo tempo attribuiti ai capostipiti. In particolare, Antonello è diffuso nel Veneto; Antonazzi ha un ceppo nel Lazio e uno nel leccese; sempre nel leccese si riscontra una concentrazione del cognome Antonazzo; Antoniazzi è tipico del Lombardo Veneto; Antoniotti e Antoniotto sono prettamente piemontesi; Antonioli è diffuso in Lombardia; Antonietti ha ceppi nel Nord Ovest e nell'Italia centrale. Sono, invece, estremamente rari i cognomi Antoniolo, Antonione, Antoniazzo, Antonicello, Antoniel ed Antonio.

Tra i celebri portatori del cognome Antonelli, vanno citati il liutaio ed autore di poesie dialettali Gino Antonelli, conosciuto anche per le sue tele raffiguranti paesaggi e, in particolare, il Mincio. Alessandro Antonelli fu, invece, nel corso del XIX secolo membro dell'Accademia filarmonica di Bologna e convinto sostenitore della musica di Wagner. Tra le varianti del cognome Antonelli, Antonioni ha ceppi emiliani, ad Urbino e tra Roma e Latina: ha scritto una significativa ed indelebile pagina della storia del cinema italiano ed internazionale Michelangelo Antonioni che ha ricevuto numerosi riconoscimenti in occasione delle Mostre del Cinema e persino un Oscar alla carriera.

Visualizza su mappa la distribuzione del cognome antonelli